“Dimmi tre segreti”, nuovo young adult pubblicato da De Agostini

maggio 12, 2016

Lettori e lettrici de La Parola ai Libri è stato pubblicato ieri dalla De Agostini “Dimmi tre segreti” di Julia Baxbaum, young adult che ha conquistato il cuore delle lettrici americane, le quali hanno dichiarato che non leggevano un libro così bello ed emozionante da moltissimo tempo. Cosa ne penseranno le lettrici italiane? Secondo me conquisterà anche tutte voi! Per saperne di più continuate a leggere l’articolo!  

 
Read More >>

“Lentamente muore”, Martha Medeiros

maggio 12, 2016

Lentamente muore chi diventa schiavo dell’abitudine, ripetendo ogni giorno gli stessi percorsi, chi non cambia la marcia, chi non rischia e cambia colore dei vestiti, chi non parla a chi non conosce. Muore lentamente chi fa della televisione il suo guru. Muore lentamente chi evita una passione, chi preferisce il nero su bianco e i puntini sulle “i” piuttosto che un insieme di emozioni, proprio quelle che fanno brillare gli…

 
Read More >>

Spazio, datemi spazio… Alda Merini

maggio 11, 2016

Spazio spazio io voglio, tanto spazio per dolcissima muovermi ferita; voglio spazio per cantare crescere errare e saltare il fosso della divina sapienza. Spazio datemi spazio ch’io lanci un urlo inumano, quell’urlo di silenzio negli anni che ho toccato con mano. (da Vuoto d’amore, 1991)        

 
Read More >>

Il più bello dei mari, Nazim Hikmet

maggio 10, 2016

Il più bello dei mari è quello che non navigammo. Il più bello dei nostri figli non è ancora cresciuto. I più belli dei nostri giorni non li abbiamo ancora vissuti. E quello che vorrei dirti di più bello non te l’ho ancora detto. (1942. Lettere dal carcere a Munevvér. Prigione di Bursa, Anatolia) Bisogna avere fiducia nella vita e conservare con cura le nostre speranze. Credere sempre nella nostra…

 
Read More >>

Se si insegnasse la bellezza alla gente…

maggio 9, 2016

Se si insegnasse la bellezza alla gente, la si fornirebbe di un’arma contro la rassegnazione, la paura e l’omertà. All’esistenza di orrendi palazzi sorti all’improvviso, con tutto il loro squallore, da operazioni speculative, ci si abitua con pronta facilità, si mettono le tendine alle finestre, le piante sul davanzale, e presto ci si dimentica di come erano quei luoghi prima, ed ogni cosa, per il solo fatto che è così,…

 
Read More >>

Tratto da “Come un romanzo”, di Daniel Pennac

maggio 9, 2016

L’uomo costruisce case perché è vivo ma scrive libri perché si sa mortale. Vive in un gruppo perché è gregario, ma legge perché si sa solo. La lettura è per lui una compagnia che non prende il posto di nessun’altra, ma che nessun’altra potrebbe sostituire. Non gli offre nessuna spiegazione definitiva sul suo destino ma intreccia una fitta rete di connivenze tra la vita e lui. Piccolissime, segrete connivenze che…

 
Read More >>