Vi consiglio un libro…

Lettori e lettrici de La Parola ai Libri,
posso consigliarvi la lettura di un romanzo straordinario?
Il profumo della rosa di mezzanotte di Lucinda Riley.
Di seguito, vi riporto la trama, notizie sull’autrice e alcune riflessioni personali.
 

Ho terminato solo da poche ore la lettura di questo romanzo ed è con il cuore ancora in subbuglio per le molteplici emozioni provate che mi accingo a presentarvi un romanzo degno di nota. Lucinda Riley riesce sempre (e dico sempre) a stupirmi, coinvolgermi, farmi piangere, farmi sorridere, tenermi incollata alle sue pagine, scritte con magistrale attenzione. Se state cercando una storia emozionante, commovente, misteriosa, non scontata questa fa proprio al caso vostro.

Trama
India, Darjeeling. E’ il centesimo compleanno di Anahita Chavan. Nonostante la sua famiglia si stia riunendo per festeggiarla, lei è avvolta da una nuvola di tristezza. Non c’è giorno che non pensi a suo figlio, che tutti credono morto da bambino. Ma il suo istinto sottile le dice che non è così: Anahita sa in qualche modo che è ancora vivo. Per questo consegna al nipote Ari un manoscritto dove ha annotato la storia della sua vita, nella speranza che il giovane possa scoprire quanto è davvero accaduto.
Inghilterra, Dartmoor. La bella e famosa attrice americana Rebecca Bradley si trova ad Astbury Hall, l’antico castello scelto come set del suo nuovo film. Lord Astbury, schivo proprietario del maniero, si mostra fin troppo gentile nei suoi confronti e insiste sulla somiglianza tra Rebecca e sua nonna…
Sarà il viaggio di Ari in Inghilterra e l’incontro con Rebecca a gettare nuova luce sul periodo inglese di Anahita durante la Prima guerra mondiale e sull’amore tormentato tra lei e Donald, erede di Astbury Hall. Un viaggio alla scoperta delle proprie radici che gli darà modo di comprendere molto di sé e di svelare i segreti rimasti sepolti per intere generazioni.
 
Avvolgente, serrato, magico, Il profumo della rosa di mezzanotte raggiunge il massimo dell’incanto e dell’emozione.
 
La narrazione avviene su due piani temporali differenti: passato e presente (forma vincente della Riley), destinati ad intrecciarsi e ritrovarsi inesorabilmente legati. Le descrizioni sono sempre ben delineate, sia per quanto concerne i personaggi, sia per quanto riguarda paesaggi e ambientazioni. Il ritmo è incalzante e coinvolgente, la scrittura chiara e semplice, per nulla artificiosa. E’ un romanzo accurato, in cui non mancano i colpi di scena. Si familiarizza immediatamente con i personaggi e le loro vicissitudini, in più momenti ho avuto voglia di entrare nel romanzo e combattere con “il cattivo” di turno, far giustizia, abbracciare Anahita Chavan. Ho trovato suggestive le immagini dell’India vista attraverso gli occhi della protagonista, quasi potessi davvero averle davanti e respirare l’intenso profumo dell’incenso. Emozioni, forti emozioni, assicurate!
Lucinda Riley presenta
Il profumo della rosa di mezzanotte
Lucinda Riley
Lucinda Riley è nata in Irlanda e ha esordito come scrittrice a 24 anni. Il giardino degli incontri segreti (Giunti 2012) è diventato un bestseller internazionale e in Italia è balzato subito ai primi posti delle classifiche. Sempre per Giunti sono usciti La luce alla finestra (2013), Il segreto della bambina sulla scogliera (2013), Il profumo della rosa di mezzanotte (2014), Le Sette Sorelle (2015) e L’Angelo di Marchmont Hall (2015), tutti accolti da un grande successo di pubblico. I suoi romanzi hanno venduto oltre 5 milioni di copie nel mondo e sono tradotti in 30 Paesi. Lucinda vive tra il Norfolk e il Sud della Francia, con il marito e i quattro figli.
                                               Il suo sito web è www.lucindariley.com
 

Posted by laparolaailibri